Cristiana Franco
Professoressa Ordinaria
Dipartimento di Studi Umanistici

Settore Scientifico Disciplinare L-FIL-LET/05 - FILOLOGIA CLASSICA


Insegnamenti Anno Accademico 2023/2024

Tel. 0577240195

Email franco@unistrasi.it

Studio Piano 2° - Stanza 225bis


Orario delle lezioni 2° Semestre:

Lingua e letteratura latina (base)L2_LCMartedìOrario 16.15-18.00Aula 04
Lingua e letteratura latina (base)L2_LCMercoledìOrario 11.45-13.30Aula 20-L
Lingua e letteratura latina (base)L2_LCGiovedìOrario 11.45-13.30Aula 01
Lingua e letteratura latina (intermedio)LM_CTMercoledìOrario 14.30-16.15Aula 06
Lingua e letteratura latina (intermedio)LM_CTGiovedìOrario 14.30-16.15Aula Magna


Avvisi

Orario di ricevimento: la docente è sempre disponibile per concordare tramite e-mail un ricevimento online.
nel II semestre, a partire dal 19 febbraio, terrò ricevimenti settimanali ogni martedì alle 15.15;
il ricevimento di martedì 21 maggio è annullato.


Materiali didattici

  • Livelli standard competenza lingua latina


    Curriculum vitae Italiano
    Professoressa Ordinaria di Filologia classica [L-FIL-LET/05] presso l’Università per Stranieri di Siena, dove presta servizio anche come Coordinatrice dell’Area della didattica e Delegata operativa del Rettore alla Didattica. Dopo la laurea in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Milano, ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Antropologia del Mondo Antico e Storia della Tradizione Classica presso l’Università di Siena, sotto la guida dei proff. C. Brillante e M. Bettini. Dal 1997 ha insegnato e svolto attività di ricerca presso il Centro Antropologia e Mondo Antico dell’Università di Siena. Ha ottenuto numerosi finanziamenti, fra cui Assegni di Ricerca, una borsa del C.N.R. e un post-dottorato presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane (SUM) di Firenze. Ha svolto attività di ricerca all’estero, negli Stati Uniti (University of California di Berkeley, Brown University di Providence, Johns Hopkins University di Baltimora), e in Francia (Centre Louis Gernet presso l’École des hautes études en sciences sociales, Parigi). Ha partecipato in qualità di relatrice a numerosi convegni e seminari. Ha curato la mostra e il catalogo Zoomania. Animali ibridi e mostri nelle culture umane (Protagon, Siena, 2007) e gli atti del convegno Nel nome della madre (con D. Brogi, T. De Rogatis e L. Spera, Roma, Del Vecchio, 2017). Le sue monografie sul cane nel mondo antico e sul mito di Circe sono state tradotte in inglese e in francese.


    Curriculum vitae Inglese
    Full Professor of Classics at the University for Foreigners of Siena. Major in Classics at the University of Milano. PhD in Anthropology and the Classics from the University of Siena. Her studies focus on the representation of animals and on human-animal relationships in the ancient world, with special attention to those species that played an important role in the ideological strategies of the covert-cultural construction of gender in ancient societies. She is also interested in mythology, and is currently working on how women writers and scholars are reshaping the reception of classical myths, focusing on modern and contemporary reception of the myth of Circe. Besides papers and articles, she has published a textbook for intermediate and advanced students in ancient Greek (Eschilo, Coefore, Milano, Signorelli, 1997), a study on the recurring connection between the dog and threatening female figures in literature and myth (C. Franco, Senza ritegno. Il cane e la donna nell’immaginario della Grecia antica, Bologna, Il Mulino, 2003; English translation: Shameless. The Canine and the Feminine in Ancient Greece, University of California Press, 2014), an essay on the myth of Circe in antiquity (Il mito di Circe, Torino, Einaudi, 2010, with a short novel by M. Bettini; French translation: Le mythe de Circé, Éditions Belin, Paris, 2013) and one on the receptions of Circe in modern literature (Circe. Variazioni sul mito, Venezia, 2012). She is also coauthor and editor of Zoomania. Animali, ibridi e mostri nelle culture umane (Siena, Protagon, 2007) and Nel nome della madre (Roma, Del Vecchio 2017).


    Linee di ricerca
    Principali linee di ricerca sono il mito antico e le sue riscritture moderne, la zooantropologia storica e l’intreccio fra rappresentazioni di animali e problematiche di genere nelle culture classiche. In particolare, indaga l’importante ruolo giocato dagli animali nelle strategie di costruzione della differenza di genere e ha dedicato alcuni lavori a specie (cane/lupo, maiale/cinghiale) implicate nelle pratiche di costruzione degli stereotipi maschile e femminile nel mondo antico. Si occupa anche di teoria della ricezione e storia della tradizione, con particolare riguardo al ruolo della scrittura femminile (riscritture, appropriazioni, revisioni) nella storia della ricezione dei miti classici.


    Progetti
    Coordina i lavori per la realizzazione del progetto "PROTEUS. An interpretive database of the Greek and Roman mythical thought". E' membro del gruppo di ricerca internazionale "Zoomathia. Transmission culturale des savoirs zoologiques (Antiquité- Moyen Âge): discours et techiques" finanziato dal CNRS (2014-2017 e 2017-2020).


    Pubblicazioni principali
    Elenco completo da IRIS